biografia essenziale


 

 

 

 

 

PAOLO UTTIERI nasce a Napoli nel 1960.

Da sempre attratto dalle arti figurative, nel 1985 inizia a  scrivere per una rivista di settore che gli pubblica diversi saggi artistici su Leonardo e Raffaello.

 

 Nel 1988 però si rende conto che la sua vera aspirazione è dipingere e non raccontare l’arte di altri, così  dopo diverse esperienze pittoriche approda nel 1988 alle prime tre mostre personali con le quali presenta al pubblico la sua nuova idea:” IL NERISMO “. In quello stesso anno ne pubblica il I° Manifesto.


Dal 1988 fino al 2019 espone per altre 140 volte  in gallerie pubbliche e private, in musei, in palazzi storici, in fiere d’arte, in Italia e all’ estero.

Fra tutti i luoghi espositivi italiani  si ricordano il Museo Civico Archeologico “Biagio Greco”, il Chiostro del Borromini a Roma, il palazzo del turismo di Riccione, il Maschio Angioino e il Castel dell’Ovo a Napoli, la Galleria del Vaticano al Palazzo Pontificio Maffei Marescotti a Roma, il Teatro Ariston di Sanremo, il palazzo Ferrajoli a Roma, Fortezza del Basso a Firenze, Palazzo Albrizzi a Venezia, Palazzo Leti Sansi a Spoleto, Scuola Grande di S. Teodoro a Venezia e la Fabbrica del Vapore a Milano.

All’estero ha esposto più volte in Africa, Francia, Inghilterra, poi ad  Hollywood, Manhattan, Washington, Praga, Spagna.                                                         

Ha partecipato alle fiere d’arte di Padova, Bari, Parma, Viterbo, Brescia e all’ARTEXPO di New York. 


La sua Arte viene recensita su riviste di settori, giornali nazionali, libri, cataloghi , enciclopedie per oltre 200 volte.

 

In particolare, fra tutti,  nel 2007 viene inserito nel Dizionario enciclopedico d’Arte moderna e Contemporanea, nel 2008 nel catalogo dell’Arte Moderna Mondadori, nel 2010  nell’Enciclopedia dei Pittori e Scultori Italiani del Novecento, nel 2010 nel C.A.I- Censimento Artistico Italiano e nel Catalogo Internazionale d’Arte Moderna nel 2019 nell’Atlante dell’Arte Contemporanea De Agostini e nel catalogo “ Artisti” ed. Mondadori Store a cura di Vittorio Sgarbi, Paolo Levi, Philippe Daverio e altri critici.


Nel 2014 incontra il Prof Vittorio Sgarbi che lo inserisce  nel suo Annuario d’Arte Contemporanea “Artisti”.

Nel 2016 sempre Vittorio Sgarbi lo propone   in “Italiani”-Selezione d’Arte Contemporanea- a cura di Vittorio Sgarbi, poi nel catalogo  “Gli Artisti nella collezione Sgarbi” fino al catalogo personale con presentazione e cartella critica redatta sempre dal Prof. Vittorio Sgarbi.

Ultimamente riceve attestato di ammissione con motivazione critica personale di Vittorio Sgarbi per meritare di essere presente nella collezione del MUSEO SGARBI con due sue opere archiviate nella sua raccolta di stampe e disegni. 


Nel 2018 viene premiato due volte ad Arte Milano , prima con la Targa Premio “Dominant Reality a firma di Philippe Daverio e poi col Primo premio internazionale “Grand Tour 2018-2019.

 

Riceve anche un attestato premio  con motivazione critica sempre a firma di Philippe Daverio .


Risale invece al 2010 il primo  incontro con il Prof. Paolo Levi e numerosi sono i riconoscimenti, i premi e le recensioni che portano la sua firma fino ad arrivare ad una cartella critica personale tutta dedicata all’artista.


Nel 2006 ha la fortuna di incontrare e stringere un sodalizio artistico con il Maestro Guglielmo Roehrssen, che all’epoca risultava essere l’ultimo dei pittori futuristi viventi in Italia. 


Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti


Contatori visite gratuiti